Circuito del Garda 2021, un week-end all’insegna della passione per il motorismo storico

Circuito del Garda

Circuito del Garda

L’Automobile Club Brescia e il Club della Mille Miglia Franco Mazzotti, celebrano i 100 anni del Circuito del Garda.

La gara, corsa a Salò in tre fasi – dal 1921 al 1927, quindi dal 1948 al 1950 e infine dal 1961 al 1966 – ha rappresentato forse l’evento automobilistico più ragguardevole del territorio bresciano, 1000 Miglia a parte.

Il principale attore dell’organizzazione di quella che fu definita la “Montecarlo del Garda” fu quel Renzo Castagneto che fu deus ex machina proprio della Freccia Rossa.

Per questi motivi, il Consiglio Direttivo ha deciso di rendere onore alla memoria del Circuito del Garda con una speciale edizione della rivista di storia bresciana BIESSE, edita dalla Fondazione Negri, interamente dedicata alla corsa gardesana.

Il 3 e 4 Luglio, ACI Brescia e il Club della Mille Miglia Franco Mazzotti organizzeranno un evento automobilistico riservato ad auto d’epoca costruite fino al 1976, oltre ad eventuali modelli di particolare interesse storico e sportivo fino al 1989.

La manifestazione sarà divisa in due giornate:

Sabato 3 luglio, sarà disputata la gara di regolarità turistica CIRCUITO DEL GARDA 100 ANNI, da Sirmione a Gardone Riviera, percorrendo le più belle strade della sponda bresciana del basso lago di Garda.

La prima vettura partirà da Piazza Castello di Sirmione alle 11:15, transitando da Desenzano per arrivare a Moniga del Garda, dove ci sarà la prima sosta per il pranzo, offerto ai partecipanti sul prato antistante il Castello.

Il tracciato toccherà poi Manerba del Garda e San Felice del Benaco, per giungere quindi dove fu scritta la storia sportiva del Circuito del Garda, i tornanti delle “Zette”” di Salò.

Grazie alla collaborazione con il Comune di Salò, sullo storico tracciato sarà allestito una sorta di circuito, da ripetere due volte, dove i partecipanti disputeranno buona parte delle 25 Prove Cronometrate previste in giornata.

L’arrivo, alle 15:45, sarà tenuto Vittoriale degli Italiani, dove saranno effettuate alle premiazioni.

Ai concorrenti sarà riservata l’opportunità di visitare il Vittoriale, nell’anno nel quale – come il Circuito – compie 100 anni.

Di seguito, alle ore 20:00, Giordano Bruno Guerri narrerà di come Gabriele d’Annunzio decretò che la “Automobile è Feminile”.

Infine, nella limonaia Vittoriale sarà tenuta una Serata di Gala.

Al Circuito del Garda 100 Anni prenderanno parte 50 automobili d’epoca. Tra i partecipanti, d’obbligo la citazione per Andrea Vesco e Fabio Salvinelli, recenti vincitori della 1000 Miglia, che correranno però separati su due diverse vetture.

Il giorno seguente, Domenica 4 luglio, una quarantina di vetture si trasferiranno da Gardone Riviera fino al vicino lungolago di Salò, dove si terrà una TENZONE D’ESTETICA DANNUNZIANA – Concorso statico “L’automobile è Feminile”.

Saranno assegnati tre premi, oltre a quelli di categoria:

– una giuria di sole donne giudicherà la vettura che più si identifica con “l’automobile è feminile”, come decretò Gabriele D’Annunzio;

– una giuria di esperti valuterà la vettura che abbia “in cuore e l’arte e l’ardimento”,

valori dannunziani;

– una giuria di studenti salodiani voterà la vettura che più appartenga al “culto della

bellezza”.

Il concorso statico denominato, nello stile di Gabriele D’Annunzio, TENZONE D’ESTETICA DANNUNZIANA, non intende essere il classico concorso d’eleganza automobilistico.

Le giurie dei tre premi che saranno assegnati alle vetture d’epoca schierate sul lungolago di Salò, non terranno in considerazione lo stato di conservazione o la qualità dell’eventuale restauro delle automobili e neppure nessun aspetto tecnico.

I criteri di giudizio saranno ispirati alla vita, al pensiero e alle opere del Vate, dopo che i concorrenti avranno partecipato – il sabato precedente – ad una serata di gala per celebrare i 100 anni del Vittoriale degli Italiani.

I giudici del concorso – siano raffinate signore, esperti di automobilismo o i giovani della giuria popolare formata da studenti – saranno chiamati semplicemente a votare l’automobile che più li emoziona, secondo il tema dannunziano proposto.

Premio 1: “ L’automobile è Feminile”

Concorso con giuria del tutto femminile per eleggere la vettura che, come sentenziò Gabriele D’Annunzio: «L’automobile è feminile (…) ha la grazia, la snellezza, la vivacità d’una seduttrice; ha, inoltre, una virtù ignota alle donne: la perfetta obbedienza. Ma, per contro, delle donne ha la disinvolta levità nel superare ogni scabrezza».

GIURIA:

Maria Bussolati, direttore Museo Mille Miglia, Giuseppina Fusco, Vicepresidente ACI e Presidente ACI Roma, Maria Gaburri, Consigliere ACI Brescia, Melania Gastaldi in rappresentanza Assessorato alla Cultura Regione Lombardia, Francesca Morandini, Conservatore collezioni e aree archeologiche Musei Civici d’Arte e Storia di Brescia, Alessandra Zinno, General Manager Autodromo Nazionale Monza SIAS SpA.

Premio 2: “Osare l’inosabile”

Coraggio e ardimento sono sempre stati tratti dominanti della vita di D’Annunzio, dal Volo su Vienna e la Beffa di Buccari fino all’Impresa di Fiume: «Ricordati di osare sempre, anche con i venti contrari». «La mia ruota, in ogni raggio, è temprata dal coraggio e sul cerchio in piedi splende, la fortuna senza bende».

I giudici avranno il compito di eleggere l’automobile che, tra quelle presenti, rappresenta maggiormente lo spirito dell’audacia e della temerarietà di Gabriele D’Annunzio.

GIURIA:

Max Bontempi, consigliere Club Mille Miglia, Mark Gessler, Scuderia Sports, Paolo Mazzetti, Direttore Servizi Storici 1000 Miglia Srl, Marco Mottini, Vicepresidente Registro 1000 Miglia.

Premio 3: L’ Estetismo e il culto della Bellezza

«Difendete la Bellezza! È questo il vostro unico officio». Gabriele D’Annunzio fu uno dei massimi esponenti della corrente culturale denominata Estetismo. «Gli uomini d’intelletto, educati al culto

della Bellezza conservano sempre (…) una specie di ordine. La concezione della Bellezza è l’asse del loro essere interiore, intorno al quale tutte le loro passioni gravitano».

Questa giuria sarà composta da giovani studenti indicati dal Comune di Salò, ospite dell’evento, i

quali dovranno indicare quella che – a loro giudizio – è semplicemente la vettura più bella.

GIURIA:

Laura Castelletti, vicesindaco di Brescia. Giuseppe Cherubini, vicepresidente Comitato Operativo 1000 Miglia Srl. Una decina di studenti delle scuole di Salò, indicati dal Comune di Salò.

I giudici dovranno indicare le loro tre vetture preferite: alla prima saranno assegnati 15 punti, 10 alla seconda e 5 alla terza. Sommando il punteggio di ogni singola giuria, saranno premiate le tre vetture che, per ogni categoria, avranno ottenuto il maggior punteggio.

Le premiazioni saranno tenute direttamente sul lungo lago di Salò, prima del pranzo offerto ai partecipanti in alcuni dei ristoranti salodiani della zona.

Tutte le informazioni sono disponibili:

www.circuitodelgarda.it

Photo credit: Circuito del Garda

Circuito del Garda

Circuito del Garda

 

Leave a Reply

Translate »