Auto e Moto d’Epoca annuncia i primi contenuti dell’edizione 2021

Motorsport d’epoca e Restomod saranno tra le principali novità in fiera a Padova dal 21 al 24 ottobre.

Il prossimo ottobre, nelle date tradizionali dell’ultima settimana, il più grande salone italiano dell’auto storica tornerà negli spazi di Fiera di Padova con grandi novità. A partire dall’avventura del Motorsport d’epoca, un settore in forte crescita che continua a far sognare i tanti appassionati. Altra novità sarà il Restomod, il nuovo filone del restauro con elementi di modernità che riporta i veicoli classici a nuova vita. Un trend che celebra la personalità delle auto del passato con un occhio al futuro.


“Il divertimento è uno degli ingredienti più forti della passione. E quale auto è più divertente da guidare se non una sportiva? Gran Turismo, auto da Rally e modelli speciali sono tra i più apprezzati al salone. Nel 2021 potranno godere di un focus interamente dedicato a loro” ha dichiarato Mario Carlo Baccaglini, patron dell’evento. Introducendo una tematica che sarà diffusa tra gli 11 padiglioni e le aree esterne. E che spazierà dalle barchette e i “siluri” che correvano prima della guerra alle vetture di Formula, ai bolidi del mondiale Turismo passando per le protagoniste dei grandi rally internazionali degli anni sessanta e settanta.

auto e moto d'epoca Fiera di Padova

Ma il Motorsport non sarà l’unica novità per l’edizione 2021 di Auto e Moto d’Epoca. Un altro focus di sicuro interesse sarà dedicato alle “altre” classiche: parliamo di Restomod e propulsioni alternative. Ovvero le ultime tendenze in fatto di restauri “creativi”, contaminati dalle tecnologie moderne ma mantenendo una continuità con il passato del veicolo storico. Un filone in rapida ascesa nel mondo dei motori e che oggi si riconosce in una corrente di pensiero consolidata. Un bell’esempio di Restomod era la Ferrari 308M “re-immaginata” da Maggiore ed esposta a Padova lo scorso ottobre.

La riconversione delle auto in elettriche può invece rappresentare la chiave per continuare ad utilizzare la propria classica nonostante restrizioni e blocchi del traffico. Magari effettuando una trasformazione reversibile, che non intacchi in maniera definitiva l’originalità della vettura. Una soluzione spesso proposta dalle divisioni “Classic” delle stesse case costruttrici.

“Auto e Moto d’Epoca non è mai uguale a se stessa – conclude Mario Carlo Baccaglini – Ogni edizione segna un miglioramento in qualità, soluzioni innovative, retrospettive inedite”.

A partire dalla prossima puntata Auto e Moto d’Epoca si presenta alle telecamere di Gentleman Driver TV, con una rubrica inedita in cui ve ne racconteremo storia, retroscena e programmi futuri direttamente dalla viva voce dei suoi organizzatori.

Staremo insieme per 8 appuntamenti durante i quali ne scopriremo passato, presente e futuro dalla viva voce di chi, davanti e dietro le quinte, lavora tutto l’anno per renderla l’evento di eccellenza che conosciamo, un momento di cultura e confronto imperdibile per ogni appassionato.

Vi aspettiamo venerdì 19 febbraio alle 22.55 e nei giorni seguenti in replica e su web, sempre e solo con Gentleman Driver TV.

 

Leave a Reply

Translate »