Mille Miglia, una Fondazione la legherà per sempre alla città di Brescia

Mille Miglia, il Presidente di AC Brescia Aldo Bonomi promuove una Fondazione per vincolarne a tempo indeterminato la gestione alla città di Brescia.

La 1000 Miglia vanta una storia unica, che risale al 1927 e che continua a scriversi ancora oggi, con appassionati e collezionisti che si “contendono” un numero di partenza, sulla pedana di partenza per far rivivere il mito, sul percorso Brescia-Roma-Brescia. Un fascino e un bagaglio di cultura senza confini e senza tempo. Una gara che è molto più di un semplice evento sportivo: un momento di storia, di mondanità, di crescita culturale ed economica.

Chi segue la 1000 Miglia sa anche che la storia della rievocazione e degli enti organizzatori è stata nel tempo complessa e travagliata. Il marchio, e con esso l’organizzazione della gara, è passato di mano più volte. Negli ultimi anni, con la gestione con a capo ACI Brescia e 1000 Miglia Srl, la 1000 Miglia è tornata ad assurgere il ruolo primario di importanza e visibilità che storicamente le spetta, ed ha, con una gestione accurata e strutturata della parte finanziaria, portato il risultato economico e finanziario della gestione a risultati positivi di assoluto rilievo.

Ma, è notizia fresca, potremmo essere a un punto di svolta. Il Presidente dell’Automobile Club Brescia, Aldo Bonomi, in accordo con il Presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani, ha formalizzato il progetto di istituzione di una Fondazione Mille Miglia. Un’iniziativa che coinvolgerebbe enti e territorio, per far sì che la 1000 Miglia resti sempre e comunque un patrimonio bresciano.

Un progetto che vedrebbe coinvolto fortemente il Club Mille Miglia F.Mazzotti ed il Museo Mille Miglia, passo che finalmente porterebbe ad un auspicato riavvicinamento tra il Museo e ACI Brescia. Il Museo Mille Miglia, autentico scrigno di storia, vetture e preziosi cimeli legati alla corsa, ha avuto nel tempo rapporti con la gestione del marchio non sempre rosei.

L’idea di istituire una fondazione ha già incassato il consenso del Comune di Brescia, della Provincia e della Camera di Commercio, l’auspicio è di formalizzare tutto entro l’anno. Se così sarà, indipendentemente da possibili sviluppi legati alla gestione dell’ACI, la 1000 Miglia resterà patrimonio inalienabile della città di Brescia e del nostro paese.

Leave a Reply

Translate »