Pit Stop: Moke, la Mini militare che non voleva andare in guerra

Tra le vetture scoperte per il tempo libero più amate, la Mini Moke viene progettata da Sir Alec Issigonis poco dopo la Mini berlina, accanto alla quale viene costruita nello stabilimento di Longbridge della British Motor Corporation tra il 1964 e il 1968.

Come molte altre vetture dall’impostazione simile, la Moke nasce a seguito di una richiesta per un veicolo militare leggero, paracadutabile, ispirato alla Jeep Willis.

Ma le gomme di piccolo diametro e la ridotta altezza da terra, caratteristiche tipiche delle Mini, la rendono poco adatta all’impiego in fuoristrada.

Il progetto viene quindi dirottato al mercato civile, puntando sui bassi costi di acquisto e manutenzione.

Nonostante la tassazione favorevole (fiscalmente il modello viene considerato “commerciale”) la vettura in patria non ottiene successo, a causa sia della scarsa protezione alle intemperie che della dotazione davvero scarna.

La produzione si arresta dopo 4 anni e sole 15.000 unità prodotte, di cui appena 1.500 vendute nel Regno Unito.

Anche il tentativo di commercializzazione oltreoceano porta scarsi risultati. Va meglio, a partire dal 1966, in Australia, terra dal clima più consono all’utilizzo di una “spiaggina”.

Lì la Moke monta il motore da un litro (in patria montava l’850 cc); dal 1969 viene introdotta la versione MkII, migliorata nell’allestimento e dotata di ruote più grandi.

Il gradimento della vettura le consente di resistere a listino fino al 1981 e totalizzare oltre 25.000 unità, che includono alcune versioni 1.3 ed esemplari con carrozzeria pick-up.

Non solo: nel 1980, con parti provenienti dall’Australia, alcune Moke vengono assemblate anche in Portogallo.

Terminata la produzione, nel 1992 i diritti di costruzione vengono ceduti all’italiana Cagiva, che ne continua ancora la produzione costruendo altre 1.500 vetture.

Ma si fa fatica a pensionare una macchina tanto simpatica. Recentemente la casa francese NosMoke ha presentato la Moke EV, versione elettrica della Mini Moke, capace di raggiungere i 70 km/h con un’autonomia di 145 km, mentre la Moke International LTD ha riproposto nel 2015 la vettura in tiratura limitata.

Leave a Reply

Translate »