Mille Miglia cuore e passione oltre l’ostacolo

Si è conclusa da poche ore la Mille Miglia 2020, non capisci come, non ti rendi conto dei sei giorni trascorsi, ma tant’è…scendi dall’auto come privato di qualcosa, di una parte di te, e improvvisamente ti senti spaesato…devi tornare alla normalità della vita quotidiana.

Ecco, la normalità, quella che ognuno di noi cerca di trovare in questo periodo storico, tanto difficile, tanto preoccupante. Ed è quello, che la grande macchina organizzativa di Mille Miglia, ha voluto dimostrare. Si può fare! Con tutti i protocolli, con la prudenza, con regole precise, ma si può fare. Abbiamo vissuto in una bolla per tutti questi giorni, controllati ad ogni passaggio orario. Evitato le cene e i pranzi conviviali, serviti in box sigillati. Inutile citare la mascherina, divenuta parte integrante dell’abbigliamento di ciascuno. Eravamo tutti contenti di seguire queste regole, perché proteggevamo gli altri, ma anche noi stessi. E non è stato un grosso sacrificio. Rispettare queste norme, ha consentito alla Mille Miglia di partire, attivare quell’impressionante volano economico che gira intorno ad un evento che muove le masse. Non solo quelle direttamente interessate, seppur cospicue, basti pensare alle migliaia di camere di alberghi prenotate, le migliaia di pasti serviti, un indotto inimmaginabile. Una organizzazione collaudata, capace di tenere duro, anche sotto i colpi di variazioni e modifiche all’ultimo istante, a poche ore dalla partenza. Quei colpi che hanno cambiato i volti degli organizzatori. Quegli occhi segnati dalla fatica e dalla preoccupazione. Da quella responsabilità sulle loro spalle, che hanno voluto e saputo assumersi. E si percepiva da quel poco spazio che lascia una mascherina.

Anche la sanificazione di auto e di ambienti è stata prevista, per la maggiore tranquillità di tutti i partecipanti. E questo progetto affidato  a LAVOR Race Passion Sponsor Mille Miglia 2020, partner Adrenaline24h.

E così anche il nostro progetto Adrenaline24h-Museo dell’Automobile di Torino, ha potuto proseguire, anche quest’anno. La “nostra” Cisitalia 202 S MM Nuvolari, ha di nuovo attraversato l’Italia, da Brescia a Roma a Brescia. Ha fatto bella mostra di se, sulle strade e sulle piazze più belle del nostro paese. Tra le più ammirate, e la più attesa, sempre. Il nostro è un orgoglio grande, la trattiamo con rispetto, a volte con un po’ di soggezione, la proteggiamo. E pensiamo di aver fatto un buon lavoro, anche in questa gara.

Dura, durissima, nella giornata di sabato, quando una pioggia battente, che non ci ha dato tregua per 10 ore, e un piccolo problema tecnico, durante le prove cronometrate, subito risolto dalla nostra assistenza tecnica al seguito, Bontà Classic Garage, che ci ha seguiti sui circa 2000 km del tracciato.

Questo non ci ha comunque consentito di mantenere la classifica, compromessa irrimediabilmente, che ci ha fatto precipitare da un ottimo (per noi) piazzamento al 18 posto fino al sabato a pranzo, alle ultime righe della classifica. “Fa parte del gioco”, dicono i più sportivi, ma la delusione è cocente. Ci metti un po’ a metabolizzare. È già ti dici: ci riprovo l’anno prossimo. Ci riproviamo, con questo team impagabile, che ci ha coperto le spalle, che da un luogo all’altro del percorso, sfrecciava alla ricerca della ripresa più emozionante, in una rincorsa continua, mangiando poco, dormendo meno, ma sempre col sorriso sul volto. Sono loro il nostro team: Antonio, Bart, Flavio, Jacopo, Giuseppe, Massimo, Marino, Paolo, a bordo delle vetture media, concesse dal Groupe Renault, nostro partner consolidato.

E Gianluca e Marco al seguito, per l’assistenza tecnica. Preziosa sempre, ma risolutiva in due occasioni quest’anno.

E noi a bordo, non abbiamo faticato di meno, oltre alla gestione della gara, già complessa di suo, abbiamo pubblicato numerose dirette Facebook dall’abitacolo, per condividere con tutti gli appassionati i momenti più emozionanti, abbiamo ripreso i passaggi più belli, per dimostrare che il pubblico lungo le strade era dalla nostra parte. Ci hanno aspettato negli angoli più impensabili, negli orari più scomodi, applaudendo, urlando, acclamandoci. Voglia di riprendere, voglia di gioia e di emozioni. Condivisione, senso di appartenenza, molti tirano fuori dal garage la vespa, la 500, il duetto, per comunicarti: sono dei vostri. Questo è il bello delle piazze, ti sostengono, ti dimostrano affetto. Un anonimo appassionato ci ha riparato dalla poggia con il suo ombrello, durante la riparazione della nostra auto, sotto una pioggia scrosciante. Non sappiamo chi sia, gli diciamo ancora grazie per la bellezza di un gesto gentile, gratuito, apprezzatissimo.

E inoltre, abbiamo curato, un gemellaggio culturale tra il Comune di Salsomaggiore e il Museo dell’Automobile di Torino. Nella affascinante piazza antistante il palazzo Berzieri di Salsomaggiore Terme, alla presenza del Sindaco Filippo Fritelli, e della Direttrice del Mauto, Mariella Mengozzi, al passaggio della Cisitalia, abbiamo scambiato, libri, foto, contributi, e gioia.

L’emozione di Mariella, la vedevi nei suoi occhi. È con lei che abbiamo condiviso due anni fa il nostro progetto, che ha preso sempre più forma sulle strade d’ Italia. Motorismo storico e cultura, binomio perfetto. Ma non solo cultura. L’accessibilità a tutti, è stata dimostrata dalla Scuderia del Portello, che ha restaurato una imponente Alfa Romeo 1900 modificata per essere condotta dai diversamente abili, già guidata da Clay Regazzoni,  e al via in questa edizione guidata da Mattia Cattapan.

E ancora, tutto il Team Villa Trasqua, Sponsor Ufficiale Mille Miglia, del quale abbiamo l’onore di far parte, da ormai tre anni, e che quest’anno porta a casa la vittoria, con l’equipaggio Vesco-Vesco, a bordo della imbattibile Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato.

Il secondo gradino del podio è stato conquistato dall’ottimo duo Sisti-Gualandi, seguito dall’equipaggio Fontanella-Covelli, entrambi a bordo di Lancia Lambda Casaro. Al quarto posto, i bravissimi Belometti-Bettinsoli sempre su Lancia Lambda Casaro, e quinti Aliverti-Valente su Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato. Il trionfo, della storia dei marchi italiani.

La storia del motorismo, la cultura, il design e la passione hanno vinto ancora dimostrando che ogni barriera può essere abbattuta!

Da ora inizia il conto alla rovescia per la Mille Miglia 2021.

IL VIDEO DELLA NOSTRA MILLE MIGLIA 2020

 

 

 

 

Leave a Reply

Translate »