ACI Sport: alcune novità in vista per il CIREAS e il CIGE

Pubblicato il ”Regolamento di Settore – Autostoriche” 2020 per il Campionato Italiano Regolarità (CIREAS) e il Campionato Italiano Grandi Eventi Regolarità (CIGE) che prevede alcune novità sicuramente di interesse per gli appassionati del “tubo”

Il CIREAS, che quest’anno inizierà con il Trofeo Romeo&Giulietta in programma il 7 e 8 Febbraio, avrà alcuni cambiamenti che riguarderanno in modo particolare  le classifiche.

Ad esempio, per stabilire la classifica finale del “Campionato Italiano Regolarità Conduttori” oltre a sommare per ciascun equipaggio tutti i punti conseguiti in tutte le gare previste dal calendario del campionato, considerare che ciascun conduttore dovrà essere partito, in almeno 2 (due) gare, per ogni girone geografico, previste dal calendario del campionato e che i conduttori che non raggiungeranno il numero minimo di partenze sopra indicato non saranno inclusi nella classifica finale assoluta, ora saranno considerati i sette migliori risultati.

Per quanto riguarda le Classifiche finale dei 5 Campionati Italiani Regolarità di Categoria (RC1,RC2,RC3,RC4,RC5), anche quest’anno saranno stabilite sommando per ciascun equipaggio tutti i punti conseguiti in tutte le gare previste dal calendario del campionato. Le novità sono che verranno considerati i sei migliori risultati e per essere classificato ciascun conduttore dovrà essere partito, in almeno 4 (quattro) gare, di cui almeno una per ogni girone geografico previste dal calendario del campionato.

I conduttori che non raggiungeranno il numero minimo di partenze sopra indicato non saranno inclusi nella classifica finale assoluta.

In caso di ex-aequo si conteggeranno il maggior numero di primi posti, secondi posti, terzi posti, ecc. nei punteggi inseriti nella classifica finale. Qualora l’ex-aequo dovesse permanere il titolo verrà attribuito ad entrambi i conduttori.

Per gruppo RC1 si intende vetture appartenenti ai soli Periodi di classificazione A,B,C (costruite fino al 1930), RC2 vetture appartenenti ai soli Periodi di classificazione D,E (costruite dal 1931 al1950), RC3 vetture appartenenti ai soli Periodi di classificazione E, F, G (costruite dal 1951 al 1969), RC4 vetture appartenenti ai soli Periodi di classificazione G,H,I (costruite dal 1970 al 1981), RC5 vetture appartenenti ai soli Periodi di classificazione J1, J2 (costruite dal 1982 al 1990)

Anche per quanto riguarda le classifiche delle Scuderia ci sono alcuni cambiamenti.

In ogni gara sarà redatta una Classifica Scuderie sulla base della Classifica Generale sommando, per ciascuna scuderia, le penalità delle tre migliori vetture classificate. Le tre vetture dovranno appartenere a Categorie diverse. Poi, ed è qui la novità, a seguire, saranno classificate le scuderie con due vetture appartenenti a categorie diverse.

La classifica finale del “Campionato Italiano Regolarità Scuderie”, verrà stabilita sommando per ciascuna scuderia tutti i punti conseguiti in tutte le gare previste dal calendario del campionato.

In più, rispetto al passato, saranno considerati gli otto migliori risultati e per essere classificata, ciascuna scuderia dovrà aver acquisito punteggio, in almeno 4 (quattro) gare, di cui almeno una per ogni girone

geografico, previste dal calendario.

Le scuderie che non raggiungeranno il numero minimo di punteggi sopra indicato non saranno incluse nella classifica finale assoluta.

In caso di ex-aequo si conteggeranno il maggior numero di primi posti, secondi posti, terzi posti, ecc. nei punteggi inseriti nella classifica finale. Qualora l’ex-aequo dovesse permanere il titolo verrà attribuito ad entrambi i conduttori.

Concludiamo la parte relativa al CIREAS con le classifiche finali delle Coppe Raggruppamento.

 

Saranno stilate sommando per ciascun equipaggio tutti i punti conseguiti in tutte le gare previste dal calendario del campionato.

Quest’anno ACI Sport ha previsto che saranno considerati anche i sei migliori risultati e che per essere classificato ciascun conduttore dovrà essere partito in almeno 4 (quattro) gare, di cui almeno una per ogni girone geografico, previste dal calendario.

I conduttori che non raggiungeranno il numero minimo di partenze sopra indicato non saranno inclusi nella classifica finale assoluta.

In caso di ex-aequo, si conteggeranno il maggior numero di primi posti, secondi posti, terzi posti, ecc. nei punteggi inseriti nella classifica finale. Qualora l’ex-aequo dovesse permanere il titolo verrà attribuito ad entrambi i conduttori.

Per quanto riguarda il Campionato Italiano Grandi Eventi, che prenderà il via con la Coppa Milano Sanremo che si svolgerà dal 2 al 4 Aprile, sono previste alcune novità che lo renderanno ancora più competitivo.

Le prime novità riguardano le vetture. Saranno ammesse a partecipare alle manifestazioni tutte le vetture appartenenti ai diversi periodi di classificazione riconosciuti dalla FIA e da ACI Sport per il settore Auto Storiche, secondo quanto indicato nel Regolamento Particolare di Gara (RPG) di ogni singolo evento.

Concorreranno all’aggiudicazione del Campionato Italiano Grandi Eventi Regolarità Conduttori, del Campionato Italiano Grandi Eventi Regolarità Scuderie, dei Trofei Nazionali di Raggruppamento Grandi Eventi e da quest’anno anche al Campionato Italiano Grandi Eventi Regolarità di Categoria, esclusivamente le vetture appartenenti ai seguenti periodi di classificazione:

C vetture costruite dal 1919 al 1930

D vetture costruite dal 1931 al 1946

E vetture costruite dal 1947 al 1961

F vetture costruite dal 1962 al 1965

Nel Campionato 2020, le vetture ammesse saranno inoltre suddivise nelle seguenti CATEGORIE:

– Gruppo RC1 vetture appartenenti ai soli Periodi di classificazione C (costruite fino al 1930)

– Gruppo RC2 vetture appartenenti ai soli Periodi di classificazione D,E (costruite dal 1931 al 1950)

– Gruppo RC3 vetture appartenenti ai soli Periodi di classificazione E, F, G (costruite dal 1951 al 1965)

E’ istituito anche  il “Campionato Italiano di Categoria Grandi Eventi , per ognuno dei seguenti gruppi: RC1, RC2, RC3 e le gare valevoli saranno quelle con validità per il “Campionato Italiano Grandi Eventi Regolarità Conduttori”.

Per quanto riguarda le classifiche, in ogni gara saranno redatte tante Classifiche di Categoria quante sono le Categorie previste dal Regolamento Particolare di Gara (RPG), senza utilizzare il sistema di calcolo della Classifica Generale ma considerando le penalità nette accumulate durante la gara da ciascun equipaggio e ai primi 10 equipaggi della Classifica di ogni Categoria saranno assegnati i seguenti punteggi: 15 – 12 – 10 – 8 – 6 – 5 – 4 – 3 -2 – 1.

I concorrenti ed i conduttori non titolari di Licenza ACI Sport o FAMS non acquisiranno punti e saranno considerati “trasparenti” ai fini dell’assegnazione del punteggio.

Il punteggio di gara non sarà però assegnato se la somma delle prove disputate e valide ai fini della classifica sarà meno del 50% delle prove previste.

CLASSIFICHE FINALI DEI CAMPIONATI

Le classifiche finali dei tre “Campionati Italiani di Categoria Grandi Eventi” (RC1,RC2,RC3), saranno stabilite sommando per ciascun equipaggio tutti i punti conseguiti in tutte le gare previste dal calendario del campionato. Per essere classificato ciascun conduttore dovrà essere partito in almeno 3 (tre) prove previste dal calendario del campionato stesso.

I conduttori che non raggiungeranno il numero minimo di punteggi sopra indicato non saranno inclusi nella classifica finale assoluta.

In caso di ex-aequo si conteggeranno il maggior numero di primi posti, secondi posti, terzi posti, ecc. nei punteggi inseriti nella classifica finale. Qualora l’ex-aequo dovesse permanere si conteggeranno i punteggi acquisiti in soprannumero a quelli minimi previsti, aggiungendo il risultato al totale dei punti acquisiti. Se l’ex-aequo dovesse permanere, il titolo verrà attribuito ad entrambi i conduttori.

Per quanto riguarda il titolo di “Campione Italiano di Categoria – Campionato Grandi Eventi” verrà assegnato al conduttore con il maggior punteggio utile in classifica. Nel caso in cui il conduttore ed il navigatore abbiano conseguito il punteggio formando sempre lo stesso equipaggio, il titolo verrà aggiudicato ad entrambi. In caso contrario sarà attribuito al navigatore con il quale il premiato ha effettuato più partecipazioni.

Sono previsti inoltre premi d‘onore per i primi tre equipaggi classificati.

Numerosi i cambiamenti applicati da ACI Sport per regolamentare ancora di più i due Campionati e renderli ancora più competitivi e attrattivi per gli appassionati del “tubo” che negli ultimi anni hanno registrato un calo di partecipanti e di gare iscritte, per il CIREAS, mentre, per quanto riguarda il Campionato Italiano Grandi Eventi ha visto un incremento di vetture sottolineando che questa formula è sempre più gradita e apprezzata

Al seguente link potrete trovare il ”Regolamento di Settore – Autostoriche” 2020 per il Campionato Italiano Regolarità (CIREAS) e il Campionato Italiano Grandi Eventi Regolarità (CIGE)

http://www.acisport.it/it/CIREAS/regolamenti/2020

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Translate »