Milano AutoClassicca 2018: Il calendario eventi di ACI Storico

l’Area Incontri di ACI Storico ospiterà conferenze, seminari e presentazioni di libri di settore con un ricco calendario di intrattenimenti nel Padiglione 18 di Fiera Milano.

Si inizierà venerdì 23 novembre, a partire dalle ore 13.30, con la presentazione del Red Campus Formula Innovazione a cura dei Musei Ferrari di Maranello e Modena; nel primo pomeriggio, alle 15.00, ci sarà la presentazione del Registro 1000 Miglia e a seguire (ore 16.00) la presentazione del volume “1000 Miglia 2018”. Alle ore 17 invece appuntamento con la presentazione del Minardi Day e mentre alle 18:00, presentazione del volume “L’incredibile corsa, una storia vera diventata leggenda. La Fulvia ieri, oggi e domani: come un libro può fotografare lo stato dell’arte del rallismo italiano” a cura di ACI Storico.

Sabato 24 novembre, l’Area Incontri di ACI Storico aprirà alle ore 11.00 con la presentazione della Coppa Milano Sanremo in partnership con ACI Global Servizi e alle 12.30 l’incontro “Diventare leader dell’auto d’epoca online” approfondisce la case history di Catawiki.

Interessante doppio appuntamento previsto per le giornate di sabato (ore 13.30) e domenica (ore 14.30) con Motor1.com Italia: Perché Comprarla Classic LIVE che torna a Milano AutoClassica. Andrea Farina, tester e giornalista specializzato, condurrà in pubblico il popolare format di recensioni dedicato alle young timer, illustrando due modelli di autovetture leggendarie: una “macchina del tempo” e “l’autovettura probabilmente più simpatica al mondo”, entrambe molto amate dagli appassionati.  “Vienimi a trovare quando arrivi, avrò circa 47 anni”: così nel 1985, Marty saluta Doc al termine di “Ritorno al Futuro I”.

Trenta e rotti anni dopo, le macchine volanti ancora non esistono ma Andrea ha provato una delle auto più controverse della storia dell’automobilismo, dedicando un #perchècomprarlaclassic alla DeLorean DMC-12, l’unica auto capace di viaggiare nel tempo. Accanto a questa Andrea approfondirà il fenomeno “Herbie”, ovvero la VW Maggiolino popolare quanto la bottiglia della Coca-Cola al punto da essere scelto da Walt Disney come protagonista per la celebre saga del “Maggiolino tutto matto”. Nel 1968, “Herbie!” fu il primo lungometraggio nella storia di Hollywood con un’auto come protagonista, decretandone il successo commerciale e la consacrazione globale.

Sempre sabato 24 novembre alle ore 15.00 la premiazione “Primo Criterium dell’Appennino” a cura di ACI Storico e Scuderia Nettuno e, a seguire, (ore 16.00) la presentazione della “Partenza Rally Montecarlo Storico “a cura di AC Milano.

Domenica 25 novembre, alle ore 11.00, Davide Cironi, Direttore di DriveExperience.it, presenta il suo nuovo libro dal titolo “1999-Insert Coin to Continue”, sei racconti ambientati a partire dagli anni 90’, diversi per stile e storie narrate, ma uniti solo da loro, le amate automobili. Un tuffo in un’epoca apparentemente vicina, ma distante anni luce: gli anni dei telefoni con il filo, del citofono per chiamare gli amici, della musica di Gigi Dag e degli 883, accanto ai Guns&Roses e i Nirvana, ascoltata dalle cuffie dei walkman a cassette. Gli anni degli amici sul muretto e in sala giochi, del motorino col 70 e delle ultime supercar analogiche.

Alle ore 13.00 la presentazione del volume “Ignazio Giunti. Un pilota, un’epoca” a cura di ACI Storico; alle 14.30 Volkswagen Maggiolino (Herbie) a cura di Andrea Farina e alle 15.40 la presentazione del volume” “Rally ’70, una storia, tante storie” a cura di ACI Storico con la partecipazione di Gianni Tonti, Emanuele Sanfront e Sergio Remondino, autori. Chiude la giornata (ore 16.40) la testimonianza del Club Affiliato ACI Storico AC Verona Historic.

ACI Storico, oltre ad alimentare il dibattito ed occasioni di confronto nell’Area Incontri di Milano AutoClassica, contribuisce con l’esposizione al suo stand di interessanti vetture, come la Lancia Fulvia HF 1600 del ’72 e la Panda 4×4 del 1987 in versione “Raid”, che ha partecipato quest’anno alla 10° edizione del Panda Raid.

Leave a Reply

Translate »