Furto Mille Miglia 2018: arrestati i colpevoli ma della macchina ancora nessuna traccia

Desidero ringraziare tutti coloro che hanno dimostrato solidarietà e mi sono stati vicini durante tutto questo tempo. Da sempre ho confidato nella capacità della Polizia di Stato che ha dimostrato di essere efficiente individuando i responsabili. Ora spero si possa anche riuscire a ritrovare la mia Alfa Romeo con la quale vorrei partecipare ad una prossima edizione della Mille Miglia

Il commento a caldo del nostro amico Adriano Branderhorst, collezionista Olandese e membro del Team Villa Trasqua, contattato telefonicamente subito dopo aver ricevuto la notizia che la Polizia di Brescia ha arrestato tre persone ritenute responsabili del furto della sua Alfa Romeo C 2500 Sport Cabriolet.

La vettura, dal valore stimato di circa 1,5 milioni di euro, avrebbe dovuto partecipare alla Mille Miglia 2018, ma nella notte tra il 12 e il 13 maggio, se ne sono perse le tracce.

Noi di Adrenaline24h, a suo tempo, organizzammo una campagna di comunicazione verso i maggiori organi di stampa e sui social network, per poter reperire tutte le informazioni del caso ed essere così di supporto alle ricerca della macchina che è stata anche protagonista di una puntata di Gentleman Driver TV dedicata alla Mille Miglia e al Team Villa Trasqua.

Inizialmente, gli inquirenti pensarono ad un furto su commissione o a qualche efficientissima organizzazione criminale specializzata ma  niente di tutto questo.

Attraverso l’analisi dei filmati registrati dalle telecamere di videosorveglianza montate nei pressi dell’hotel “Noce” di Brescia, dove era parcheggiata la macchina, e grazie anche alla collaborazione della locale Sezione della Polizia Stradale che ha esaminato le immagini delle telecamere cittadine, varchi e transiti autostradali, analisi del traffico telefonico ed intercettazioni, è stato possibile individuare i veri colpevoli e anche di ricostruire la modalità del furto.

I componenti della famiglia criminale – due uomini di 29 e 47 anni, una donna di 39 anni, moglie del più grande dei due che avrebbe portato con sé anche la figlia di soli 8 anni – hanno semplicemente staccato dall’auto del proprietario il carrello sul quale era posizionata l’Alfa Romeo, per poi agganciarlo al loro furgone e dirigersi così verso l’autostrada.

Anche noi ci auguriamo che Adriano Branderhost possa tornare al più presto alla guida della sua Alfa Romeo, magari sulle strade italiane e durante la Mille Miglia!!!

Photo Credit

Adrenaline24h

Leave a Reply

Translate »