L’equipaggio Vesco – Guerini si aggiudica per la terza volta consecutiva la Coppa Franco Mazzotti

Il duo bresciano, con i colori del Team Villa Trasqua, a bordo di una fiammante BMW 328,  conquista il gradino più alto del podio; secondi Guido Barcella e Ombretta Ghidotti alla guida di una Fiat 508 C, terzi Andrea Belometti e Doriano Vavassori su Fiat 508 Spider Sport.

La decima edizione della gara dedicata all’ideatore della Mille Miglia, organizzata dal Club Mille Miglia “Franco Mazzotti”, ha visto 168 vetture iscritte di cui 31 provenienti dall’estero. Se nel 2017 avevano partecipato più di 150 iscritti, quest’anno c’è stato un altro record che ha sottolineato come questa manifestazione, riservata ad auto storiche, sia la terza più importante in Italia dopo la Mille Miglia e il Gran Premio Nuvolari.

Abbiamo proposto un evento che è riuscito ad accontentare sia i regolaristi più agguerriti, grazie alle numerose prove dislocate sul tragitto, sia i partecipanti che si sono messi al volante delle loro storiche con l’intento di passare un week-end all’insegna del turismo, proponendo strade poco conosciute ma con paesaggi e scorci assolutamente caratteristici –  dichiara Paolo Mazzetti, Consigliere Delegato Club 1000 Miglia e organizzatore La Coppa Franco Mazzotti ha raggiunto una popolarità internazionale davvero notevole. Questo successo da un lato ci ripaga degli sforzi che abbiamo intrapreso per organizzarla, da l’altro è sicuramente uno spunto di riflessione per il futuro. Inizialmente era stata pensata come un’ uscita tra amici per passare del tempo insieme, ma in pochi anni si è trasformata in un evento che richiede tempo e soprattutto un grande sforzo da parte del Club. Ad oggi, per poter mantenere gli standard qualitativi che la contraddistinguono, avremo bisogno di una professionalità organizzativa  Bisogna capire se si ha la forza di intraprendere questa strada, oppure considerare un ritorno alle origini e trasformarla in una semplice gara di club 

Tra i partecipanti alcuni “VIP” come  Piero Pelù, al via con una Giulietta Sprint del 1955 insieme alla moglie Gianna Fratta, l’ex pilota di Formula 1 Arturio Merzario, ormai un concorrente abituale, al volante di  una Abarth e la presidentessa della Germani Basket Brescia, Graziella Bragaglio, a bordo di una Mercedes-Benz 300 SL per sostenere la Charity di Ali Solidali a favore di AIDO.

La gara, che si è disputata su due tappe, ha preso il via sabato 20, con le verifiche tecniche che si sono svolte presso il Museo Mille Miglia di Brescia, letteralmente invaso da auto di grande valore storico e sportivo come OM, Lambda, Bugatti, Fiat Balilla, Bentley, Siata, Aston Martin, BMW, Alfa Romeo, Porsche, Triumph solo per citarne alcune.

Dopo essere passati sotto le “grinfie” dei commissari sportivi, gli equipaggi, a bordo delle loro “storiche”, si sono trasferiti al Castello di Brescia; alle 9:30, è iniziata la competizione con i primi “tubi” posizionati sui tornanti che portano a piazza Arnaldo, dove ci sono state altre prove per la gioia degli appassionati e del pubblico presente.

Usciti da Brescia, la carovana di auto ha attraversato la zona della Franciacorta, famosa in tutto il mondo per la produzione di spumante, caratterizzata da grandi distese di vigne ma anche da bellezze architettoniche come monasteri, chiese, abbazie, ville, borghi e castelli dell’epoca medioevale, che la rendono estremante interessante anche dal punto di vista storico-culturale.

Emozionante e affascinante sono stati i passaggi nelle dimora natia di Aymo Maggi, a Calino e nella villa familiare di Franco Mazzotti, a Chiari, dove sono stati effettuati dei rilevamenti cronometrici, estremamente difficoltosi e tecnici perché svolti sullo sterrato, all’interno del bellissimo parco.

La prima parte della giornata è terminata con l’arrivo delle vetture a Gussago, per il pranzo a base del tipico spiedo bresciano con polenta che ha dato nuova carica ai partecipanti stanchi per i chilometri macinati, per le prove che hanno messo a dura prova freni e frizioni delle macchine e anche per i numerosi dossi e rotonde incontrate durante il percorso.

Terminato il lunch e bevuto un rapido caffè, la kermesse motoristica si è messa di nuovo in marcia verso Sirmione, traguardo della prima tappa, ma sempre con l’occhio vigile sul roadbook e sul cronometro per essere sicuri di rispettare i tempi imposti per le prove e i controlli orari.

Giunti a destinazione, parcheggiate le macchine in prossimità del Lago di Garda, c’è stato tempo per una breve camminata nel centro storico della “Perla del Garda” per ammirare le sue bellezze artistiche. La cena, a base di piatti tipici, è stata servita a bordo di un battello che ha circumnavigato il Lago di Garda.

Domenica 21, ultima tappa della gara, con un percorso più breve ma sempre impegnativo; Bellissimo il passaggio all’interno del Parco Sigurtà di Valeggio sul Mincio, che ha lasciato tutti a bocca aperta per la sua vastità e per le innumerevoli specie di alberi e pianti presenti, caratterizzate dai tipici colori autunnali che hanno reso tutto quanto più suggestivo, quasi surreale.

Lasciato il Parco, gli equipaggi hanno attraversato le Colline Moreniche per poi giungere all’Aeroporto Militare di Ghedi, per ricordare le imprese aeronautiche di Franco Mazzotti caduto in guerra alla cloche del suo aereo, per le prove finali disputate sulle piste, sotto la supervisione dei militari della base.

Dopo l’ultimo tubo e l’ultimo C.O, i concorrenti hanno potuto spegnere motori e cronometri e rilassarsi all’interno dell’ hangar dei Tornado del Sesto Stormo, i “Diavoli Rossi”, per il pranzo e la premiazione che si è svolta puntualmente dopo il caffè.

E’ stata sicuramente una gara stressante, con prove molto tecniche e difficili che hanno messo in difficoltà anche i driver più esperti, ma come ogni anno, tutti quanti, nessuno escluso, non vede l’ora di poter partecipare alla edizione della Coppa Franco Mazzotti, magari sperando di migliorare il proprio risultato

Alla Coppa Franco Mazzotti erano presenti le telecamere di Gentleman Driver TV che hanno ripreso tutto l’evento. Le immagini verranno trasmesse in un speciale completamente dedicato alla manifestazione, che andrà in onda il 2 Novembre su Sky Sport, canale 228 Automototv, alle ore 22:55.

 

Leave a Reply

Translate »