Ferrari, all’asta la collezione del mitico ristorante “Il Cavallino” di Maranello.

Domani, 6 febbraio, Artcurial Motorcars terrà una vendita Automobilia dedicata esclusivamente alla Ferrari. Una delle due collezioni presentate è l’ex collezione di Giuseppe Neri, l’amico di Enzo Ferrari che ha gestito per 36 anni il ristorante “Il Cavallino”.

Un vero e proprio punto di riferimento per gli appassionati della Ferrari, un luogo mitico e una tappa obbligata nella visita alla fabbrica dei bolidi di Maranello. Un ristorante che ha accolto tutti gli uomini del Cavallino, dal Drake, dove festeggiò anche l’ultimo dei suoi compleanni, quello dei novant’anni, a Niki Lauda a Gilles Villeneuve, fino a Michael Schumacher, solo per citarne alcuni, ma anche tecnici, meccanici e semplici appassionati. La vera peculiarità che ha sempre contraddistinto questo ristorante, sono gli innumerevoli cimeli che riempivano le sale e le pareti come caschi, tute, foto con dediche, motori delle F1, statue e tanto altro.

Ora, purtroppo, tutti questi oggetti (circa 170) che fanno parte della storia della Ferrari, verranno battuti all’asta. Di grande interesse, sarà la vendita dei due motori di auto stradali, come quello di una 612 Scaglietti e quello di una Maserati Granturismo S, di alcune parti della Ferrari 641 di Alain Prost, il volante della 412T2 di Jean Alesi e Gerhard Berger del 1995 con la monoscocca appartenuta all’austriaco. Ma sicuramente, il pezzo più pregiato, è il V12 3 litri della Ferrari che fu di Berger e Alesì, che parte con una base d’asta fissata tra i 70000 e gli 80000 Euro.

Attualmente il ristorante il “Cavallino” è in ristrutturazione e sarà gestito dallo Chef stellato Massimo Bottura.

Photo credit: Corriere.it

Leave a Reply

Translate »