Finalmente un libro sulla Coppa Florio, sorella minore della Targa

Lo scorso ottobre, nell’ambito della 24H Series Europe, si è corsa sul circuito di Pergusa la 12 Ore di Sicilia. Una gara che vanta un’antenata nobile e gloriosa, riesumata per l’occasione: la Coppa Florio.

A questa prestigiosa corsa, che contava due decine di agguerrite edizioni spalmate nell’arco di sette decenni del ‘900, non era mai stato dedicato un libro fino ad oggi. Adesso la più antica corsa di Florio rivive nell’appassionante ricostruzione di Salvatore Requirez, storico dell’automobilismo, in un’opera che, finalmente, esplora attraverso atti e documenti la meno nota tra le kermesse sportive inventate da don Vincenzo. L’autore, autentico cultore dell’automobilismo storico siciliano, sarà protagonista di alcuni speciali di Gentleman Driver dedicate alla storia del giro di Sicilia, che andranno in onda nelle prossime settimane.

Tornando al libro, la storia della gara, dai primi pionieristici anni risalenti all’alba del nuovo secolo fino all’ultima edizione del 1981, è raccontata attraverso i tre cicli fondamentali in cui dividono le 22 edizioni con puntuale riferimento ai vari regolamenti di volta in volta vigenti.

Numerose foto d’archivio, molte delle quali inedite, compongono un apparato iconografico unico nel suo genere che trova precisa corrispondenza in un testo fluido dove vengono illustrate, in apposite sezioni, le auto protagoniste della corsa e i grandi campioni che le condussero.

Ogni corsa per la Coppa Florio, nei vari circuiti che ne segnarono la storia, in Italia come in Francia, è ricostruita minuziosamente grazie ad una cronaca coinvolgente direttamente estratta dai cronologici ufficiali del tempo e parallelamente collegata alle vicende economiche e sportive che videro protagoniste la famiglia di imprenditori palermitani e le cariche rivestite da Vincenzo Florio nel panorama dell’automobilismo nazionale e internazionale.

Tutti i circuiti evocati per singola edizione (i quattro diversi di Brescia, quello di Bologna, quello di Montichiari dove si sorse in contemporanea il primo Gran Premio d’Italia, quello di Saint – Brieuc e quello di Pergusa) sono descritti nel loro sviluppo e peculiari caratteristiche esaminando anche il valore sportivo dell’annuale evento nei riguardi delle altre gare di campionato.

Completa il volume una ricca galleria fotografica dei ritratti (e relative biografie) di un centinaio di campioni che animarono le varie edizioni: da Varzi a Nuvolari, da Lancia a Minoia, da Nazzaro a Maserati, da Hemery a Duray, da Segrave a De Palma, da Boillot a Chiron, da Werner a Materassi, da Divo a Campari, da Muller a Patrese, da Merzario a Mass, Pescarolo, Stommelen, Jarier, Depailler.

Un’opera di netto valore culturale e documentativo che segna un riferimento per le pubblicazioni di settore pervenendo ad un preciso riordino delle frammentarie notizie dispersivamente e discontinuamente diffuse nell’ambito del secolo scorso. Un’opera di pregio che non può mancare nelle biblioteche dei cultori del ramo: Salvatore Requirez Coppa Florio Nuova Ipsa Editore 240 pp. Circa 300 foto a colori e b/n. 39,00 Euro.

Leave a Reply

Translate »