Passione per la regolarità e le sanzioni Aci Sport. Il sondaggio.

E’ ormai di dominio pubblico, tra i regolaristi, quanto sta accadendo in ambito Aci Sport, relativamente alle sanzioni regolamentari, notificate ai concorrenti e relative scuderie(alcune escluse), partecipanti alla gara 100 Miglia delle Terre Gonzaghesche.

Abbiamo per scelta, atteso qualche giorno, per riflettere, documentarci, dettagliatamente su regolamenti, norme, sia sportive che legislative, che sono motivo dei provvedimenti, prendere atto delle molte discussioni attive sul web e delle decine di contatti avuti nei scorsi giorni.

L’argomento, può essere valutato relativamente alla sanzione, ed allora ci sarebbe poco da eccepire, ma è chiaro a tutti, che dietro a questo provvedimento, “per ora”, relativo solo alla suddetta gara, c’è in atto una diatriba tra Aci Sport e Asi, dove i tesserati Aci Sport, in questo momento, rivestono, loro malgrado, il ruolo di soggetti passivi.

Nei fatti però i tesserati, hanno il potere e dovere di decidere, visto che nella sostanza, sono oggetto dei desideri,  , ma che con le loro decisioni, potranno decretare il successo, delle politiche e strategie, effettuate dai due enti, insomma l’ago della bilancia saranno i tesserati, che è brutto dirlo, ma sono i “clienti”.

Non daremo giudizi, non ne abbiamo titolo, ne le dovute competenze, ma è certo, che tutti gli appassionati, concorrenti, scuderie e club, si troveranno, giocoforza, a dover prendere una decisione in merito, prendere atto di questo stato di cose e valutare, in base a mere scelte personali, legate alla passione, piacere, ambizione sportiva, capacità finanziarie, decisioni di scuderia, sponsor, di scegliere già da ora, a quale tipologia di gare partecipare prossimamente, anche se dai contatti avuti, molti equipaggi e scuderie, sembra abbiano già definito le loro scelte..

Abbiamo pensato, ad una “conta”, un sondaggio, che potesse essere fornire un dato significativo da condividere, non perchè, ognuno di noi si lasci influenzare dalla massa, ma per capire, già da fine agosto, chi farà cosa.

Le domande saranno due, tra l’altro divise per l’anno 2015 e 2016, in quanto è ovvio, che molti possono aver preso degli impegni a vario titolo per l’anno in corso e vogliono per serietà portarli a termine, ma magari per il 2016, vorranno modificare il proprio status la prossima stagione, allora:

anno 2015

A- parteciperò esclusivamente con le gare Aci Sport

B- parteciperò esclusivamente con le gare Asi

anno 2016

C- parteciperò esclusivamente con le gare Aci Spor

D- parteciperò esclusivamente con le gare Asi.

anno 2015-2016

E- non farò gare in attesa di sviluppi

Potete votare, se volete espressamente sulla nostra pagina facebook, sotto questo articolo o in maniera riservata, inviando risposta a info@adrenaline24h.com.

Pubblicheremo esclusivamente i meri numeri, l’espressione di giudizio sarà ovviamente riservata, non interessa il nome di chi vota, ma contarci.

Saranno solo numeri, ma potranno essere indicativi delle volontà di tutti, potranno essere un metronomo per i tesserati, per le scuderie e per gli organizzatori, che potranno valutare, modalità organizzative dei prossimi eventi, sia per 2015 che per il 2016, in modo che tutti possano organizzarsi al meglio e non portare nocumento a nessuno, anzi magari, prendere spunto per cambiare e migliorarsi tutti.

Aspettiamo i vostri voti!!!

ADRENALINE24H

Foto in copertina Museo Tazio Nuvolari, Gran Premio di Monaco anno 1933

25 Responses
  1. Roberto Tironi

    Ciao Ermanno, io sono fra i coinvolti. Avevo già optato per il 2015 per solo 5 gare nel 2015, e solo ASI, non CSAI. Entro il 2015 dovrei fare ancora 2 gare ASI, una in settembre e una in dicembre: vedrò come va questa faccenda per settembre, ma a dicembre vorrei farla, Il Presolana, che è del mio club. Per il 2016 già penso di fare solo gare ASI e non rinnoverò la licenza CSAI. Cordialità. Roberto

  2. Camilla Rigoni

    Cerchiamo di incrementare questo sport e non di distruggerlo. …..io le gare quando posso continuerò a farle

  3. Difendiamo la Nostra Passione cerchiamo di non ingrassare i soliti ……..
    Ma qualcuno a letto i regolamenti e gli a confrontati con le Leggi della Repubblica Italiana, che dovrebbero rispettare, statuti dei vari enti, dove è la libertà.
    In Bocca al Lupo a tutti

  4. mario silva

    parteciperà solo a gare asi, l’aci deve dare i servizi all’automobilista non ostacolarlo, oppure cambia nome e dichiara il Suo vero obbiettivo: ostacolare l’automobilista

  5. yabbaspit

    Se andiamo avanti di questo passo !!!!!!!! Noi non faremo più gare in ITALIA ne ACI SPORT ne ASI…… Perchè anche gli organizzatori non sanno più come agire e……. I concorrenti sono sempre di meno…..

  6. Angelo

    Farò solo gare ASI e spero che molti altri facciano questa scelta cosi questi signori dell ACI resteranno senza clienti e allora smetteranno di fare gli arroganti !

  7. ayrton

    Vorrei poter fare le gare che mi piacciono e per ora nessuna delle due, fino aquando ACI e ASI non chiariranno. Noi appassionati abbiamo una sola arma per far capire loro che contiamo: non correre. Anche gli organizzatori ci aiuterebbero vedendo pochi introiti e farebbero pressione. Solo un ottuso o un’egoista non lo capisce. Capisco Adrenalina24 che ci guadagna e deve dire “partecipiamo!” ma i veri appassionati no…devono tornare a poter scegliere….quindi E

  8. Icaro Ferrari

    Da partecipante alla gara in questione è DEFERITO da ACI/CSAI, ANCE SE NON HO RINNOVATO DA PIÙ DI TRE ANNI LA LICENZA!!!!!! Posso rispondere E-non farò gare in attesa di sviluppi. Regolink afferma che ai non licenziati non é stata comminata la sanzione, ma il mio caso (e potrei citarne almeno altri 2), é esattamente il contrario!!!

  9. Andrea

    Basta avere delle regole ben precise sulle quali basare ogni decisione (compito di ASI e ACISPORT). In attesa di sviluppi parteciperò a tutte le gare riconosciute dall’Aci. Non hanno senso scioperi o boicottaggi.Mi spiace molto se ASI non ha nemmeno una gara autorizzata alle regole attuali.

  10. cesare

    ASI non è tenuto a farsi autorizzare nessuna gara dall’ACI, l’accordo FIA (ACI) e FIVA (ASI) prevede che le manifestazioni con velocità media inferiore a 40 km/h possano essere organizzate dall’ASI, come ha sempre fatto da prima di ACI, e nessuna autorità tenuta a controllare (Prefettura) ha mai chiesto il nulla osta ACI alle gare CSAI. se ACI vuole che chi la licenza corra solo nelle sue gare è una sua scelta, vedremo quanti saranno disponibili a queste imposizioni /limitazioni. Fra l’latro vorrei vedere cosa farà a chi non paga, gli ritirerà la licenza col risultato che ci saranno meno concorrenti alle gare CSAI, quindi la cosa si ritorcerà sugli organizzatori CSAI.

Leave a Reply

Translate »