Mille Miglia 2015: Italia-Argentina…vince l’Argentina

Dopo quattro giorni di corsa, la Mille Miglia 2015, torna in sud america, a portarla in…valigia…l’equipaggio argentino Tonconogy- Berisso su Bugatti T40. Gara perfetta e zampata finale, c’è poco da dire, siamo alla seconda vittoria.

Di fatto la gara, purtroppo non ha proposto una grossa suspance, se non per le prime due posizioni, Mozzi, 6° classificato, vincitore dell’edizione del 2014, quest’anno alla guida di una Om Superba, era di fatto fuori dal podio già da venerdì, Canè, 10° classificato, con una Bugatti T37, non ha avuto una partenza bruciante e si è portato nei giorni successivi la dote “negativa” impossibile da recuperare.

Lo stesso discorso vale per Giovanni Moceri, navigato da Lucia Galliani, che con la loro Chrysler 72, hanno un po stentato a prendere il ritmo, forse anche in virtù della assoluta mancanza di conoscenza del veicolo da parte di Moceri (seduto al posto di guida solo il giorno prima…), che successivamente, prese le distanze è riuscito a recuperare due posizioni piazzandosi al 5°posto. Al secondo posto, la coppia Vesco-Guerini, a bordo della loro fidata Fiat 414 MM, che con una gara costantemente al vertice, hanno corso, con il minor numero di penalità e si sono visti “soffiare” la vittoria, solo in virtù del coefficiente…. ma queste sono le regole. Bravissimi!!

Che dire, al 3°posto Salviato- Moglia, con Bugatti T40, sempre sicuri, costanti, hanno condotto una gara magistrale, in questo caso, riteniamo, che la posizione conquistata rispetta esattamente il valore posto in campo da questa bravissima e consolidata coppia, molto bravi. Al 4°posto i sempre presenti, Ferrari-Ferrari, papà e figlio, che con la loro “solita” Bugatti T37C, come ogni anno,hanno condotto una gara bella, regolare senza sbavature, confermando le loro qualità.

Tra gli altri equipaggi Italiani, una menzione particolare, alla coppia Cristina-Baroli, che con la loro Bugatti T40GS, hanno condotto una gara ottima, conquistando un meritatissimo 9°posto, l’inossidabile equipaggio Sisti-Gualandi su MG TB, che conquistano un 11° posto, solo in virtù di un coefficiente basso, 1,60, con un piazzamento al 5° posto come penalità e dulcis in fundo, Cavalleri- Zacchi, che con la loro Balilla Coppa d’Oro, si sono classificati al 25° posto.

Troviamo poi 48° Alessandro Gamberini, con circa 500 penalità, ma con la sua Lancia Ardea, da coefficiente, 1,15, non avrebbe potuto vincere neanche con tutti netti….

Anche questa edizione della Mille Miglia, è terminata, l’abbiamo seguita cercando di informarvi al meglio, come sempre a modo nostro, abbiamo cercato, di farla vivere, sulla nostra pagina Facebook, alle migliaia di appassionati a casa, sperando di aver portato, nei pc, tablet o cellulari, un pò di emozioni d’altri tempi, immagini, suoni, brividi e far toccare con mano….la corsa!!!!

La Mille Miglia, è sempre sotto i riflettori, nel bene e nel male, ma anche con tutti i suoi limiti, storture, polemiche è comunque la inimitabile…..corsa..più bella del mondo….capace di far rivivere la storia del motorismo, lungo le nostre terre e far conoscere l’Italia nel mondo!!!!

Desideriamo ringraziare il fotografo Roberto Deias, per la collaborazione.

Complimenti a tutti i partecipanti, le assistenze, i media, numerosissimi, i volontari, basilari per una corretta gestione dei passaggi, i commissari e un plauso alle forze dell’ordine, sempre presenti ed attente.

Ciao Mille Miglia.

ADRENALINE24H

 

 

 

1 Response

Leave a Reply

Translate »